ENDOSCOPIA DIGESTIVA

L’Endoscopia è quella metodica che permette di visualizzare l’interno degli organi cavi e di effettuare alcune procedure terapeutiche.

L’Endoscopia Digestiva è l’Endoscopia che si effettua all’interno del canale digestivo, cioè di quell’organo cavo che va dalla bocca all’ano.

L’intestino è un viscere e presenta una cavità che è solo virtuale, in quanto, in condizioni fisiologiche, il viscere è acquattato e piatto, pronto a dilatarsi quando avviene il passaggio di liquidi, gas o alimenti più o meno digeriti.

Per eseguire l’indagine dell’Endoscopia bisogna insufflare aria dentro l’intestino, così da dilatare il viscere, e far arrivare la luce al suo interno, così da catturare le immagini che vengono riprodotte sul monitor.

Altre Endoscopie Mediche sono la Broncoscopia, utilizzata dai Medici Broncopneumologi per indagare l’interno dei bronchi, la Cistoscopia utilizzata dai Medici Urologi per l’interno della vescica, la RinoFaringoscopia,

degli Specialisti OtorinoLaringoIatri per le cavità nasali ed il faringe, la Colposcopia dei Medici Ginecologi per la cavità uterina delle donne.

I Gastroenterologi Endoscopisti eseguono procedure chirurgiche endoscopiche (dal greco endo cioè dentro e scopèomai cioè guardare), durante l’esecuzione della Gastroscopia o Colonscopia o Colangio Pancreatografia Endoscopia Retrograda C.P.R.E. che consistono in:

Metodiche di Endoscopia Operativa

 

I Chirurghi utilizzano invece metodiche mini-invasive, per effettuare interventi operatori, riducendo le dimensioni dei tagli da effettuare, per accedere agli organi interni. Tali procedure si definiscono laparoscopiche (dal greco laparos cioè fianco) o celioscopiche (dal greco coilos cioè cavità). Il termine mini-invasive indica la loro scarsa invasività. Sono interventi che prevedono l’accesso alle cavità addominali o toraciche con piccoli tagli sulla cute.

Ancora sono in fase di sperimentazione, più o meno avanzata, interventi chirurgici che prevedono l’accesso alla cavità interna addominale dai visceri intestinali, cioè attraverso l’endoscopio, inserito nel lume dello stomaco o del duodeno o del colon. Queste procedure si definiscono N.O.T.E.S. cioè Natural Orifice Translumenal Endoscopic Surgery.

Da quanto detto, si intuisce come gli Insegnamenti di queste tecniche e procedure siano importanti a livello Universitario, sia nei Corsi di Lauree Brevi (come ad esempio il Corso di Laurea di Scienze Infermieristiche o di Tecniche Radiologiche o di Tecniche Endoscopiche) sia nei Corsi di Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia durante i sei anni di Corso sia nei Corsi di Specializzazione post Laurea.

E’ evidente che le Malattie dell’Apparato Digerente abbiano la prerogativa di dedicare ampio spazio all’Insegnamento di queste Metodiche, che non sono Discipline autonome, ma occupano un posto di rilevo all’interno della Branca cui afferiscono.

Anche la Scuola di Specializzazione post Laurea in Gastroenterologia prevede un lungo training nei Servizi di Endoscopia Digestiva per certificare la qualifica dei Dottori che acquisiscono la Specializzazione, sulla base dello stage effettuato.

Il prof. Antonio Iannetti dal 1987 è Docente di Clinica Gastroenterologica
presso la I° Scuola di Specializzazione in Gastroenterologia ed Endoscopia
Digestiva
dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza.

Dal 1990 è stato Docente di Endoscopia Digestiva sempre presso la I° Scuola di Specializzazione in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva.
Dal 1994 è stato Docente della materia Terapia Gastroenterologica presso la I° Scuola di Specializzazione in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva.

Dall’anno accademico 1996-97 è stato Docente per l’insegnamento di Gastroenterologia al Corso Integrato di Malattie dell’Apparato Digerente

del IV anno – II semestre – canale B2 – della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università La Sapienza di Roma.

Dal 1998 è stato Docente presso la III° Scuola di Specializzazione in Gastroenterologia, al II° anno ed al III° anno nell’Area dell’Endoscopia Digestiva.

E’ stato titolare dell’insegnamento alla I° Scuola di Specializzazione in Gastroenterologia, al III° anno, per le materie di Endoscopia Digestiva e Terapia Gastroenterologica.

E’ stato affidatario dell’Insegnamento di Malattie dell’Apparato Digerente M12 (ex-F07D) nel Corso di Laurea C, ex-BII, al IV° anno I° Semestre,

nell’ambito del Corso Integrato di Patologia Integrata III, già Sistematica II°.

In tale ambito lo scrivente ha curato un Corso Monografico di Introduzione all’Endoscopia Digestiva, ha effettuato Lezioni di Didattica Formale Frontale,
Interattiva ed Opzionale agli studenti del IV° Anno – I° Semestre, ed ha curato la stesura di un Compendio di Malattie dell’Apparato Digerente pubblicato nel Marzo 2.000.


Terminologia Relazionata a:

Link Relazionati all’argomento: